Laura Pigozzi

A NUDA VOCE

Vocalità, Inconscio, Sessualità

 

Prefazione di Giancarlo Ricci

Introduzione.... 3

Cap. 1   La voce e’ l’inconscio

La voce non mente. 8

La voce in analisi. 11

La voce cantata: un’architettura pulsionale. 16

Improvvisazione quotidiana. 19

Timbro e ritmo: marcatura del soggetto. 21

Variazioni strutturali della voce. 27

 

Cap. 2    Voci familiari

La propria voce: familiare o estranea?. 30

L’eco iniziale del mondo. 34

L’utero: primo spazio sonoro. 37

Trasmissione vocale dei fantasmi materni. 41

Prosodia materna. Lalangue.. 44

Autismo e marcatura sonora. 46

Segreti di famiglia. 52

Suoni prelinguistici e improvvisazione jazzistica. 54

La voce del padre. 57

Formazione del Super-Io: tra legge vocale e totem privato. 60

La colpa nella voce del figlio. 62

La paura nella pasta vocale del padre. 67

Dalla soddisfazione al desiderio: la metafora paterna. 70

Trasmissione etica, trasmissione vocale. 72

Ritmo e misura. La balbuzie.. 78

Le voci che risvegliano. 87

Scena primaria acustica. 89

 

Cap. 3     Voce e godimento femminile

“L’essere, cantando, gode”…come una donna.. 91

Godimento maschile e godimento femminile. 94

Labbra vocali. 97

La voce è femmina. 101

Non tutta oggetto. 103

Bocca e vagina. Corrispondenze inconsce.. 104

Concentricità abissale. 110

Libido al femminile.. 115

Il doppio orientamento del femminile e del vocale. 118

Cantar con l’utero. 121

Primitive sensazioni vaginali. 123

Singolarità. 126

La posizione femminile e il simbolico. 129

 

Cap. 4   La voce, l’amore

Sorpresa timbrica. 131

Il timbro blu. 134

L’Altro nella voce.. 137

La voce nel dramma del desiderio. Sirene e marinai.. 140

La voce nel dramma del godimento. Il Sapere delle Sirene. 148

Perdere la voce. L’angoscia.. 151

Voci inanimate. 158

Quando canta il sublime. 163